Parrocchia Sant'Erasmo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

CARITAS PARROCCHIALE

Componenti:

COSCARELLI LENA

MOSCA ANNA

MUGNANO ASSUNTA

PALOMBA ADRIANA

RADMILOVICH RITA

SANTANIELLO ROSA

SICIGNANO ANNA

VITIELLO REGINA

STATUTO DELLA CARITAS PARROCCHIALE

Natura della Caritas Parrocchiale

Art.1 - È istituita nella Parrocchia S.Erasmo di Gragnano, provincia di Napoli, la CARITAS PARROCCHIALE, quale espressione  e articolazione  della  Caritas Diocesana, a  livello  territoriale, per  la  promozione  del  precetto evangelico della carità.

Con  la  presenza dei rappresentanti dei vari gruppi operanti in Parrocchia : Gruppo di  preghiera  Padre Pio - Rinnovamento  dello  Spirito – Gruppo Mariano - Gruppo Catechisti  -  Gruppo Giovani  -  Testimoni del Risorto, in  data  28 febbraio 2008 è stato approvato lo Statuto della CARITAS PARROCCHIALE.

Finalità

Art.2 - Le finalità della Caritas Parrocchiale sono le seguenti :

a) Sensibilizzare la Parrocchia nel suo insieme ad accorgersi dei fratelli specialmente più  poveri  ed  emarginati; aiutare le famiglie, la scuola, il mondo del lavoro;

b) Sensibilizzare  i  gruppi  e  le altre formazioni di base al dovere della carità e della giustizia;

c) Ricercare  le  forme  di  povertà  e  di  bisogno  presenti sul territorio e stimolare la Parrocchia  a prendere coscienza della loro esistenza e delle loro cause ed a farsene carico  sia  con  risposte  dirette  sia  stimolando  la  società civile attraverso servizi sociali;

d) Promuovere  la  nascita  e  la  formazione  del volontariato dei singoli e dei gruppi, soprattutto  in  rapporto  ai bisogni più evidenti ed alle forme di povertà maggiori e di emarginazione;

e) Promuovere  la  formazione  spirituale degli operatori impegnati nei servizi sociali. La  Caritas deve  aiutare  quindi  a superare le chiusure, gli isolamenti e diventare occasione  aperta ai cristiani desiderosi di impegnarsi in settori specifici, a formare comunione fra di loro ed operare come Chiesa;

f) Coordinare  i  gruppi, le  associazioni, le  iniziative operanti nel campo della carità, dell’assistenza, della promozione umana;

g) Collaborare con l’ASL, il Comune e la Scuola;

h) Valorizzare altre esperienze di animazione e solidarietà presenti in Parrocchia;

i) Individuare  occasioni  concrete di impegno, sia a livello di singoli che di famiglie nei confronti delle persone anziane e dei malati;

l) Educare piccoli e grandi alla pace;

m) Conoscere  le  situazioni  di sofferenza  e  di bisogno sia quelle presenti all’interno della Comunità Parrocchiale, sia quelle più lontane;

n) Conoscere  i  problemi  del  Terzo  Mondo, proponendo  iniziative  comunitarie  di solidarietà, soprattutto verso i paesi più poveri;

o) Portare i problemi dei poveri al centro della comunità cristiana perché questa se ne faccia carico.

Struttura

Art.3 - La  Caritas Parrocchiale è l’espressione ufficiale della pastorale della carità della  Parrocchia. Perciò  la sua struttura, dovendo riflettere l’impegno pastorale della Chiesa, risulta così articolata:

Un gruppo di laici sensibili ai problemi della carità, aperti ed impegnati personalmente in servizi di carità, costituiscono insieme al Parroco, il gruppo animatore della Caritas Parrocchiale.

La  Caritas Parrocchiale elegge  nel proprio interno una commissione pastorale della Carità  che  costituisce  il  nucleo  portante della Caritas stessa e fa parte del Consiglio Pastorale della Parrocchia.

Collegamenti pastorali

Art.4 - La  Caritas si  muove  in collegamento con il gruppo dei catechisti e con gli animatori  della  liturgia, da  far sì che il cammino di formazione e di crescita avvenga nel segno della carità con  incontri   formativi   indispensabili   per   crescere  insieme  e  vivere  la comunione nella carità verso tutti.

Fondo di solidarietà

Art.5 -  La  Caritas Parrocchiale gestisce  un  piccolo  fondo di solidarietà destinato agli interventi di emergenza e per offrire servizi di carità.

L’uso del denaro viene deciso dalla Caritas nel suo insieme.

Il fondo viene  alimentato  da  una  colletta annuale, donazioni spontanee, da collette nei Venerdì di Quaresima.

La Caritas rende pubblico ogni anno il bilancio.

La Caritas insieme al Parroco si propone di operare nella corresponsabilità, scoprendo nei poveri e negli ultimi il volto di Gesù.

You are here: