Parrocchia Sant'Erasmo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

21 dicembre 2014 - 4ª AVVENTO

Accogliamo Gesù con e come Maria

21 dicembre 2014 - 4ª AVVENTO  - NATALE 2014


Carissimi,

In questi giorni celebriamo il grande Mistero che si compie nel Natale. Maria si è prestata per favorire il progetto di salvezza, iniziativa di Dio. Questa scelta l'ha resa la più grande tra tutte le donne e nei secoli sarà chiamata «beata». Sarà nostro aiuto! Maria si fa dimora della Parola e Dio viene in mezzo a noi - così scrive Luca nel suo Vangelo - nella fragilità di un neonato, di un bambino privo di potere e disprezzato dai grandi del mondo. Nel racconto, ad un certo punto la scena si sposta dal quadretto familiare di Gesù, Maria e Giuseppe, ai pastori che vegliano all’aperto il proprio gregge. Essi ricevono l’apparizione e poi l’annuncio angelico: la gloria del Signore fa irruzione e si rende manifesta al mondo degli uomini con un annuncio di gioia: “Oggi è nato per voi un Salvatore”. Qui e ora, si inserisce il tempo di Dio nel tempo della creatura e si rende presente quella salvezza, dono per chi l’accoglie, cioè per chi l’ascolta e si mette in cammino. L’annuncio riguarda un Salvatore, una persona concreta: Dio stesso, il Signore. “Oggi è nato Dio!”. A ricordarci che la vita cristiana prima di essere un insieme di regole da vivere, da osservare, da seguire è una Persona da amare: è Gesù (= Dio salva). La forza del Natale, che celebriamo nella gioia, sta in questo segno: Gesù, il Bambino di Betlemme, ci offre la vicinanza e la misericordia di Colui che sta con noi. E noi abbiamo la gioia di poter stare con Lui. In tutto questo facciamoci guidare da Maria! AUGURI, BUON NATALE, vostro don Vincenzo ed il diacono don Antonio

NATALE

Se hai degli amici

Cercali perché

Natale è Incontro.

Se hai dei nemici,

riconciliati,

perché Natale è Pace.

Se hai dei poveri accanto a te,

aiutali,

perché Natale è Dono.

Se hai dell'orgoglio,

seppelliscilo,

perché Natale è Umiltà.

Se hai delle tenebre,

accendi una candela,

perché Natale è Luce.

Se hai dei peccati,

convertiti,

perché Natale è Grazia.

Se hai delle tristezze,

rianima la tua gioia,

perché Natale è Felicità.

Se hai dell'odio,

dimenticalo,

perché Natale è Amore.

Una monaca benedettina

You are here: