Parrocchia Sant'Erasmo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

4_dic_2016_II_Avvento

4 dicembre 2016 - 2ª AVVENTO

Preparate la via del Signore (Mt 3,3)

Carissimi,

Il vangelo di questa domenica ci presenta il Battista e il suo messaggio: il Signore viene e questo evento ci chiama a prepararci; il suo Regno è un fatto così fondamentale che non può trovarci distratti o indifferenti. Nell’invito al cambiamento Giovanni usa l’immagine della via: “Preparate la via al Signore”. Tutti noi abbiamo l’esperienza della strada: quelle che percorriamo tutti i giorni. Nella Parola di Dio, la strada che riconduce in patria gli esiliati diventa il simbolo della conversione del popolo a Dio.

Anche Gesù mette in cammino chi egli chiama: “Seguitemi”. Egli ci suggerisce il modo migliore: camminare sulla via del dono di sé. Anche la fede, la relazione con Dio, è un cammino che caratterizza la condizione del credente. L’invito che il Battista rivolge a noi, in cammino verso il Natale, riguarda due cose urgenti: convertirsi e non cullarsi in illusorie sicurezze. Convertirsi è cambiare “mente”, “comportamento”; assumere un nuovo modo di pensare Dio. Proviamo in questa settimana a percorrere questa strada.


8 dicembre 2016 - IMMACOLATA

Avvenga per me secondo la tua parola (Lc 1,38)


Nel nostro cammino verso Natale incontriamo la figura di Maria Immacolata. Infinite volte abbiamo ascoltato il racconto evangelico dell’annunciazione. Le parole di saluto che l’angelo rivolge a Maria sono innanzitutto un invito a gioire per la gratuita e piena iniziativa di Dio nella sua vita. Lei è la piena di grazia. Inoltre “il Signore è con te”: l’angelo le assicura la compagnia e l’assistenza di Dio. Troviamo Maria in atteggiamento riflessivo, pensieroso, col desiderio di penetrare il significato dell’annuncio: è presentata come una sintesi di sapienza e di umiltà, di riservatezza e di saggezza.

Il racconto poi si chiude, lo sappiamo, con la celebre risposta di Maria: “Ecco la serva del Signore, avvenga per me secondo la tua parola”. Maria consegna tutta la sua persona alla parola del Signore, gli vuole appartenere totalmente senza trattenere nulla per sé. Lei si abbandona confidente alla Parola, col desiderio profondo che quanto le è stato annunciato si compia. Proviamo, in questi giorni, a fare nostre le parole di Maria: avvenga per me secondo la tua parola e scopriremo che anche per noi Dio ha un disegno meraviglioso e che noi, con Lui, possiamo realizzarlo, don Vincenzo, don Rito ed il diacono don Antonio.


LA STRADA

Mi sorprende anche quest'anno

la tua promessa, Signore:

mentre sono in cammino con la Chiesa,

per prepararmi al Natale,

sentire che sei tu ad aprirmi

una strada per la conversione.

Insegnami, Signore, a prepararti la strada

Dove c’è buio, fammi accendere una luce.

Dove c’è sete, aiutami a scavare un pozzo.

Dove c’è una ferita, insegnami a lenire il dolore.

Dove c’è solitudine, fammi portare compagnia.

Dove c’è disperazione, fammi portare fiducia.

Dove c’è cinismo, fammi portare alternative.

Dove c’è noia, fammi portare vitalità.

Dove c’è fatica, fammi portare sollievo.

Dove c’è amarezza, fammi portare speranza.

Dove c’è ingiustizia, fammi portare equità.

Dove c’è corruzione, fammi portare rettitudine.

Dove c’è ignoranza, fammi portare conoscenza.

Dove c’è vuoto, aiutami ad essere presenza.

Dove c’è nostalgia di Te, fammi annunciare la Fede.

Dove c’è morte, insegnami a riempire il futuro di Vita.

Così potrai essere riconosciuto

come Signore e Salvatore,

colui che da tutti è aspettato,

colui che a tutti ha dato una risposta

e certezze di vita eterna.

You are here: