Parrocchia Sant'Erasmo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

30_apr_2017_3Pasqua

30 aprile 2017 - 3ª di PASQUA

Commento - Disegno: Stefano Pachì

I discepoli Insistettero: "Resta con noi, Signore!"

Il Risorto continua a camminare con i suoi discepoli, in modo misterioso, ma reale, ed è presente nel segno del pane e nella parola delle Scritture, attorno ai quali la comunità si raduna. Riscopriamo il valore del Giorno del Signore.

ACCOMPAGNANDO il cammino dei due discepoli, il Risorto «spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui» (Lc 24,27). Luca non ci dice su quali testi il Signore abbia fatto la sua lectio divina. Possiamo immaginare che tra di essi ci fosse il Salmo 15 (16), responsorio nella liturgia odierna, che Pietro, (I Lettura), cita per annunciare la risurrezione del Crocifisso. Il Salmo proclama la fedeltà di Dio, che non abbandona negli inferi coloro che ama. «Mi hai fatto conoscere le vie della vita, mi colmerai di gioia con la tua presenza » (At 2,28; Sal 15,11). Tale è stata l’esperienza vissuta da Gesù nella sua morte. Ora può condividere la sua gioia con i suoi discepoli, convertendo la loro delusione in speranza, fino a far ardere il loro cuore.
Per farsi riconoscere, il Risorto spezza poi il pane. Cleopa e il suo compagno così comprendono, e pure noi, che ogni volta che celebriamo l’Eucaristia non solo accogliamo il Vivente in mezzo a noi, ma consentiamo alla sua vita di nutrire la nostra. Così Pietro (II Lettura): il sangue prezioso di Cristo ci libera dal male e dalla morte, fondando la nostra fede e la nostra speranza.

In attesa del rientro di don Vincenzo, Giuseppe ed Andrea dal viaggio in Brasile, restiamo in preghiera fiduciosa e speranzosa della sua presenza in mezzo a noi. Buona domenica a tutti voi.

You are here: