Parrocchia Sant'Erasmo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

4_giu_2017_Pentecoste

4 giugno 2017 – PENTECOSTE

La Pentecoste dello Spirito Santo

Carissimi,

lo Spirito Santo ha assistito i credenti, li ha difesi, guidati e consolati nella storia. Li ha riempiti di doni interiori (sapienza, intelligenza, consiglio, fortezza, conoscenza e timore del Signore - Isaia 11,2) e ha portato frutti come amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, domi-nio di sé (Galati 5,22).

La Pentecoste ci invita a prendere coscienza del dono in noi dello Spirito Santo: lo Spirito di

Cristo, lo Spirito di liberazione del mondo dal peccato, perché la salvezza cominci già oggi nel nostro mondo.

I discepoli hanno il compito di essere i suoi inviati, come Lui lo era del Padre. Come Gesù non si ritira davanti a nessun dramma e non conosce “porte chiuse”, ma porta ovunque pace e gioia, così i discepoli non devono rassegnarsi di fronte ad alcuna situazione di peccato, ma devono far di tutto per realizzare la promozione e la liberazione umana.

Il discepolo non ha nulla da inventare, da improvvisare: deve semplicemente restare fedele, applicare alle diverse situazioni di vita il vangelo di Cristo. Se Gesù ci affida una missione ci comunica anche le doti e i mezzi necessari e le forze per realizzarla; per questo trasmette ai suoi lo Spirito Santo. Sarà Lui a guidarli nella comprensione dell’insegnamento di Gesù e a fortificarli nel compito di testimonianza.

Come è importante allora imparare ad ascoltare la “sua voce”, lasciarsi guidare da Lui, trovare in Lui la forza per riprendere quotidianamente il cammino! Se nelle nostre comunità c'è valorizzazione dei carismi di tutti, considerazione e lavoro per il bene comune, pace e perdono reciproco, lo Spirito ha lo spazio che Dio vuole. Viceversa, dobbia-mo metterci umilmente in ascolto, invocarlo ed essere docili alla sua azione. Solo così saremo veri cristiani, degni figli di Dio, don Vincenzo, don Rito ed il diacono don Antonio.

ALLO SPIRITO SANTO

Vieni, Santo Spirito, scenda dal tuo cielo un raggio della tua luce.

Vieni, perché ci sentiamo poveri, bisognosi dei tuoi doni.

Sii di casa nella nostra anima,

tu che sai consolarci e sollevarci con dolcezza.

Concedi riposo nella fatica, riparo nella calura, conforto nel quotidiano.

Riempi il nostro cuore

della tua forza e responsabilità,

della tua saggezza e precisione,

della tua dolcezza e bontà.

Lava ciò che è sporco,

bagna ciò che arido, sana ciò che sanguina.

Piega ciò che è rigido, scalda ciò che è gelido,

raddrizza ciò che è sviato.

Dona a chi di te si fida tutti i tuoi santi doni.

Concedici una vita virtuosa,

una morte serena,

e la gioia perfetta nell'eternità.


VANGELO VIVO

BATTESIMO

Poiché assieme alla nostra bambina sarebbe stato battezzato anche il neonato di una famiglia dello Sri Lanka, ci è venuta l’idea di condividere con i suoi genitori la festa che pensavamo per la nostra Francesca. Così abbiamo addobbato il salone della parrocchia con un grande striscione: “Benvenuti, Janet Yvan e Francesca”. Dopo il battesimo abbiamo invitato questa famiglia e gli altri parenti a far festa con noi. Per loro è stata una grande sorpresa e una grande gioia. Hanno accettato con entusiasmo ed erano molto grati. La festa è stata semplice, spontanea, vissuta con commozione.

Questa famiglia sta passando un momento non facile dal punto di vista economico, ma per noi la dignità con la quale lo vivono ci è di grande lezione. Costatiamo che ciò che conta è il potersi dimostrare fratelli, e questa è un bene che vale molto di più anche dell’aiuto economico. Siamo noi a dover ringraziare questa famigliola che ci dà l’occasione di allargare la nostra stessa famiglia. (F. M. – Italia)





You are here: