Parrocchia Sant'Erasmo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

9 novembre 2014 - Dedic. Basilica Lateranense

Il tempio del suo corpo (Gv 1,21)

9 novembre 2014 - Dedic. Basilica Lateranense

Carissimi,

c’è una Chiesa, di pietre vive, abitate dallo Spirito Santo, di cui Cristo è il capo. E ci sono tante chiese dove si riuniscono le comunità dei credenti, in ogni parte del mondo, incarnando in ogni cultura l’unico Verbo di Dio.

In questa domenica facciamo memoria della Dedicazione della Basilica di San Giovanni in Laterano, la chiesa più antica dell’Occidente, sede del Vescovo di Roma. Il brano evangelico scelto per questa celebrazione narra di Gesù che, entrato nel tempio di Gerusalemme, non solo lo purifica dai mercanti che ne approfittavano, ma sconvolge ancor più la mentalità dei suoi avversari parlando di un nuovo tempio che Egli avrebbe ricostruito in tre giorni. L’evangelista Giovanni annota che Gesù parlava del tempio del suo corpo. È Lui ormai il “luogo” della presenza di Dio tra gli uomini; è Lui l’unica dimora dell’incontro autentico con Dio. Le basiliche romane si chiamano basiliche maggiori e tutte le altre nel mondo ricevono l’onore di essere basiliche ma minori. Don Tonino bello ha spiegato così una volta il perché di questa differenza:“Vedi, basilica minore è quella fatta di pietre, basilica maggiore è quella fatta di carne. L´uomo, insomma. Basilica maggiore sono io, sei tu! Basilica maggiore è questo bambino, è quella vecchietta, è il signor cardinale. Casa del re!”.

Gesù di Nazareth, il Figlio amato da Dio, la sua Parola fatta carne, il suo corpo morto e risorto, è il luogo di incontro, alleanza e comunione tra Dio e gli uomini.

Come vivere questa festa? L’apostolo Paolo ci ricorda che il luogo del culto cristiano è la nostra persona, corpo di Cristo (2 Cor 13,5) e tempio dello Spirito Santo (1 Cor 6,19). È nel nostro corpo che siamo chiamati ad offrire a Dio il vero sacrificio, quello della nostra vita cristiana. Non solo. Anche il prossimo è luogo della presenza di Dio. Allora tutta la nostra vita personale e di relazione è “luogo sacro” e noi siamo chiamati a vivere l’amore per Dio e per il prossimo che è stato la ragione profonda della vita di Gesù. Non dobbiamo dimenticarci che la Chiesa più importante è fatta di persone, vi salutiamo in Cristo, don Vincenzo ed il diacono don Antonio

PREGHIERA PER LA CHIESA

O Signore,
ti prego per la Chiesa.
Ci sono così tante chiese,
eppure Tu sai, o Signore,
che c’è una sola Chiesa.
Mandaci amore e misericordia;
solo così un giorno tutte le chiese
potranno essere Una.
Tu stesso hai detto:
"Come io e il Padre siamo una cosa sola ..."
così, una sola, la Chiesa dovrebbe essere!
Uniscici tutti,
o Signore,
in forza, gioia, amore.
E dà pace,
a noi e alla Chiesa.
Amen.

(Madre Teresa di Calcutta)

You are here: