Parrocchia Sant'Erasmo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

14 dicembre 2014 - 3ª AVVENTO

Giovanni venne come testimone (Gv 1,7)

14 dicembre 2014 - 3ª AVVENTO

Carissimi,

in questa settimana inizia la novena del Natale. I bambini del catechismo ne hanno una personale da vivere, chiediamo ai genitori che li aiutino a non dimenticare l’impegno! Lo spirito della liturgia ci invita ad essere già nella gioia della Sua venuta: Rallegratevi, il Signore è vicino! “ Lo stesso Signore, che ci dona di prepararci con gioia al mistero del suo Natale, ci trovi vigilanti nella preghiera, ed esultanti nella lode”. In questa terza domenica di Avvento la liturgia ci propone di essere testimoni del Signore: questo è il compito a cui è chiamata la comunità di coloro che attendono il Dio che viene in Gesù. Oggi nel nostro cammino di Avvento ci viene proposta la figura di Giovanni Battista: egli è il primo testimone di Gesù, colui che ne avverte la presenza ancor prima di incontrarlo, colui che riconosce Gesù come inviato dal Padre, Colui su cui riposa lo Spirito. Il testimone è una persona trasformata da ciò che ha visto, dall’incontro che ha fatto, dall’azione svolta. Testimoniare è l’arte di dire la verità su di sé, sugli altri e su ciò che ci circonda. La testimonianza evangelica non richiede di fare molte cose, ma essere un indice che orienta la direzione dello sguardo e dei passi verso Gesù. Essere testimoni significa essere capaci di fare spazio a Colui che viene; essere disposti a diminuire perché Lui cresca. Le autorità giudaiche del tempo ritenevano che il Battista fosse colui che tutti aspettavano; ma occorre, dice il Battista, spostare l’obiettivo: l’Atteso è presente, ma non sono io; io sono solo una voce che ha il compito di dirvi che Egli è in mezzo a voi. Come Giovanni anche noi testimoniamo a tutti l’amore del Signore perché tutti lo possano incontrare. Buona novena del S. Natale! Vostro don Vincenzo ed il diacono don Antonio


NELLA LUCE

Signore della luce,

eccoci, siamo accecati

dalla tristezza

e dallo scoraggiamento.

Eccoci, siamo ricolmi

di orgoglio e di gelosia,

con la nostra vendetta

che ci sfugge di mano,

con la nostra falsità

Assieme a te, Signore della luce,

avremo la gioia

di accogliere la Buona Novella,

di essere attenti agli altri,

di perdonare e di condividere,

e di parlarti nella preghiera!

Allora si potrà vedere

che crediamo in te,

che ci imbratta il cuore.

Allora si potrà vedere la tua luce

attraverso la nostra vita,

Signore della luce,

e saremo veramente testimoni della tua luce!

Eccoci davanti a te,

perché crediamo che assieme a te

potremo far crollare

tutto ciò che ostacola la tua luce.

You are here: