Parrocchia Sant'Erasmo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

11 gennaio 2015 - Battesimo del Signore

Battesimo del Signore - 11 gennaio 2015

Tu sei il Figlio mio, l’amato (Mc 1,11)

Carissimi,

nella festa del Battesimo di Gesù, gli evangelisti narrano un fatto di somma importanza. Gesù, per trent’anni, aveva condotto un’esistenza ordinaria nell’anonimato della casa e della bottega di Giuseppe. Ora invece l’umanità di Gesù viene investita dall’alto e portata dallo Spirito dentro la realtà della Trinità Santissima. Il battesimo di Gesù rivela la sua identità e la sua missione. Viene proclamato Figlio amato e lo Spirito Santo, che si posa su di lui come una colomba, gli “affida” la missione profetica: egli farà conoscere agli uomini il volto del Padre. Se potessimo parlare di Dio con parole nostre potremmo dire che il Padre è fiero di avere un Figlio così, una Figlio che non si vergogna di mettersi insieme ai peccatori, di stare con loro. Un Figlio che alla fine accetterà di morire come l’ultimo dei peccatori, condannato a morte pur senza aver commesso alcun delitto. Anche a me Dio dice: sono qui vicino a te. Con te condivido la vita con le sue gioie e i suoi dolori, con le sue conquiste e le sue sconfitte. Le conseguenze dei tuoi sbagli le pago anch’io insieme con te. Sì, perché anche il nostro battesimo ci collega a questa manifestazione; è infatti un’immersione nel mistero di Gesù che coinvolge tutta la vita. E anche noi in Gesù diventiamo figli amati, chiamati a donare noi stessi, come Lui si è donato a noi. Rinnoviamo in questo giorno la gioia del nostro battesimo con la nostra professione di fede!
Il vostro parroco don Vincenzo ed il diacono don Antonio


O GESÙ, SOLE DI GIUSTIZIA

O Padre Santo,

tu, per mezzo di Gesù,

mi hai rigenerato a vita nuova

nell'acqua e nello Spirito Santo.

Concedimi, ti prego, mio Signore,

la completa remissione dei peccati

e il dono dello Spirito, per la vita eterna.

O Gesù, sole di giustizia,

rivestimi di te, perché io possa

vivere sempre secondo la tua volontà.

O Gesù, luce senza tramonto,

accendi in me la lampada ardente

del tuo amore infinito.

Aiutami, Signore mio e Dio mio,

a custodire in modo irreprensibile

la veste candida del mio battesimo.

Così, quando mi chiamerai a te,

avrò in dono

la gioia senza fine della vita eterna

e l'incanto divino del tuo volto.

Gertrude di Helfta

You are here: